Irritazione

Quando non c’è apatia, è lei a prendere le redini della mia vita.
E odio, odio ogni parte del mondo e di ciò che mi circonda.
Di ciò che ho e che non ho.

Perché mi faccio fregare sempre per qualunque sciocchezza? Se si tratta di soldi, poi, sono una campionessa.
Perché non ricordo i momenti piacevoli? So di averne vissuti. Almeno alcuni, rari. Ma ci sono, anche adesso.
Perché non riesco a decidere cosa fare del mio futuro? E mi trascino in una strada già battuta, priva di soddisfazione e in cui il disgusto ha abbattuto uno dopo l’altro obiettivi e interesse.

Basta, basta con questo ciclo infinito. Basta, come me lo devo dire?
Un urlo nella testa. Tutto qui.

Rabbia, rabbia, la vorrei sfogare.
Ma come?

Odio, odio quello che ho scritto.
Odio non scrivere mai.
Odio scrivere male.
Odio scrivere un testo che non comunica niente neanche a me.

Irritazione, odio, rabbia.
Ciclano, ciclano infiniti. Ancora ancora ancora.
E domani sarò vuota.
Dopodomani ancora rabbia.

Mi consumo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...